Tecnologia

Auto ibride: le ultime novità

Le auto a propulsione ibrida, alimentate da un motore termico e uno elettrico, appaiono sempre più interessanti e stanno riscuotendo un successo in graduale crescita. Alcune case automobilistiche hanno già compiuto dei grandi passi in questo settore, immettendo sul mercato modelli innovativi dalle prestazioni elevate e consumi ridotti, e molte altre stanno operando verso questa direzione.

Tra le novità più attese e interessanti c’è sicuramente la Toyota C-HR, un crossover dall’aspetto avveniristico il cui nome è l’abbreviazione di Coupé High Rider. Gli spunti di originalità si fanno notare immediatamente, a partire dalle linee dinamiche, i bordi sfaccettati e i montanti neri sormontati dal tetto curvo. All’interno non è da meno, con la plancia dalla forma asimmetrica sovrastata dal display da 8” e un rivestimento colorato che la percorre interamente fino alle portiere. Oltre alla motorizzazione classica a benzina, è disponibile con una motorizzazione ibrida, con motore a benzina 1.8 accoppiato a un motore elettrico in grado di fornire in totale 122 cavalli di potenza.

La casa automobilistica giapponese Hyundai propone un nuovo modello in tre diverse versioni elettriche: Hyundai Ioniq è infatti disponibile come vettura elettrica, ibrida e plug-in. Equilibratamente moderna e grintosa sia nell’aspetto esteriore che nell’abitacolo, garantisce una marcia silenziosa e morbida. Le due motorizzazioni ibride prevedono l’uso di un motore a benzina 1.6 da 105 cavalli supportato da un motore elettrico da 43,5 cavalli 0, nella plug-in, da 61 cavalli. È la risposta alla rivale Toyota Prius, una delle vetture ibride più vendute al mondo, che sarà presto anch’essa disponibile in una versione plug-in dall’autonomia superiore e dai consumi ridotti.

Altra importante novità è la Kia Niro, un crossover di medie dimensioni con un ottimo equilibrio di eleganza e sportività. L’abitacolo è spazioso e offre comodità e praticità, con un display da 4,2” posto sul cruscotto e uno centrale da 8” dove si possono controllare il sistema di navigazione e quello multimediale. La motorizzazione è ibrida, con un motore a benzina 1.6 e un motore elettrico che forniscono una potenza combinata di 141 cavalli. È il crossover dai consumi più bassi registrati finora: ha ottenuto il Guinness World Record percorrendo la strada da Los Angeles a New York, lunga quasi 6.000 chilometri, con un consumo medio di 3,7 litri ogni 100 chilometri.

Anche BMW emerge in questo settore, con la versione ibrida della Serie 7 denominata BMW 740e iPerformance e disponibile nelle versioni a passo normale o lungo e a trazione integrale. È una berlina lussuosa dotata di un motore a benzina 2.0 da 258 cavalli e un motore elettrico che aggiunge altri 113 cavalli, portando la potenza totale a ben 326 cavalli. Questo le consente di garantire dei consumi e delle emissioni inferiori, con prestazioni superiori e un’autonomia eccellente.

 

 

 

Piaciuta la classifica? Lascia un commento:

Tecnologia