Tecnologia

Bingo online: conta soltanto la fortuna?

Il bingo online ha avuto un notevole successo nel nostro paese, avvantaggiato proprio dal forte richiamo alla tradizione. Come è ormai noto, infatti, la tombola è da sempre radicata negli usi e costumi dei nostri connazionali, per cui non è stato eccessivamente difficile intercettare un largo consenso da parte di quella parte della popolazione più avvezza a confrontarsi con le moderne tecnologie. Richiamo alla tradizione, grafica accattivante e premi più corposi: questa è stata secondo gli esperti la miscela che ha permesso al bingo online di attecchire con grande forza in Italia, a partire dal 2001, anno nel quale è stato introdotto prima nelle sale dislocate lungo il territorio italiano e poi su Internet, con le prime piattaforme digitali.

Nel corso degli ultimi anni, il processo è diventato ancora più forte, soprattutto grazie alla possibilità data agli utenti di utilizzare i dispositivi mobili, quali smartphone e tablet, per giocare in ogni possibile momento della giornata e da ogni luogo. In tal modo, la tombola online è diventata una consuetudine non più confinata alle feste natalizie, ma in grado di permettere a chi vuole di scommettere tutto l’anno e in assoluta sicurezza.

Il successo del bingo online è dovuto anche ad alcuni motivi economici di non poco conto. Il primo e più forte di essi può essere considerato il payout minimo, ovvero la percentuale di vincita che viene decisa dai gestori delle piattaforme in rapporto alle entrate di ogni singola estrazione derivante dalla vendita delle cartelle. È stata l’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato a porlo al 70%, proprio per favorire la maggior redistribuzione possibile. Si tratta in effetti di un livello molto alto, se si considera che le altre estrazioni simili viaggiano al massimo intorno al 50%. Inoltre, è consuetudine da parte delle piattaforme online elevarlo al 75%, proprio per richiamare il maggior numero di utenti. Un livello di vincita così elevato ha naturalmente elevato l’appeal esercitato nei confronti di chi ama la scommessa e alti livelli di remunerazione.

Come accade per tutti i settori in cui si scommette, sono molti coloro che cercano di sfruttare il calcolo delle probabilità per aumentare la propria possibilità di vincere. Molti scommettitori, ad esempio, sono soliti tenere sotto controllo il numero delle cartelle vendute, sapendo che meno sono e più cresce la prospettiva di essere premiati dalla sorte. Altri sono invece abituati a prendere in considerazione il fatto che alcuni numeri escano meno di altri, ma secondo gli esperti si tratta di una convinzione priva di alcun fondamento. Le probabilità che siano estratti numeri in serie è assolutamente uguale a quella che invece ne escano di casuali e non consecutivi. Di conseguenza, possiamo dire con assoluta certezza che non esistono cartelle migliori di altre, bensì momenti più indicati per prenderle. Paradossalmente, sarà solo ed esclusivamente la fortuna a decidere quale sia il momento giusto. Pensare a strategie nel bingo, significa solo perdere tempo e non dare il giusto peso ad un fattore, l’aleatorietà, che è proprio il segreto del successo di questo gioco, sin dalla sua nascita.

 

 

 

Piaciuta la classifica? Lascia un commento:

Tecnologia