Finanza

Come scegliere i migliori broker di opzioni binarie

Quando si intende iniziare a fare trading online, c’è un primo passo fondamentale, che non deve assolutamente essere sottovalutato: quello relativo alla scelta della piattaforma con cui si intende operare il proprio investimento. Va infatti sottolineato come il settore in questione sia stato ripetutamente funestato, nel corso degli ultimi anni, da una serie di truffe e comportamenti opachi che hanno trascinato a fondo la sua reputazione. A metterli in pratica sono stati proprio quelli che ormai online sono indicati spregiativamente come broker truffaldini. Basta dare uno sguardo su uno dei tanti forum che sono presenti in rete e che parlano di trading binario, per capire meglio i pericoli che si corrono non prestando attenzione alla scelta della piattaforma giusta. È quindi d’obbligo una domanda: come si fa a capire quali siano i migliori broker per opzioni binarie?

Il primo ineludibile step, per capire quali siano le piattaforme migliori, è quello di appoggiarsi solo ed esclusivamente a broker provvisti delle necessarie certificazioni. A partire da quella che viene rilasciata da CySEC, l’ente di vigilanza preposto al monitoraggio delle attività finanziarie sul mercato cipriota. Perché è così importante questa licenza? In particolare perché CySEC recepisce per filo e per segno quanto indicato all’interno della direttiva comunitaria MiFID, un regolamento varato dall’Unione Europea a tutela dei piccoli investitori, che altrimenti potrebbero trovare grandi difficoltà sino a decidere di abbandonare i mercati. Oltre a CySEC, vanno ricordate le certificazioni emanate da Consob in Italia, FCA nel Regno Unito, AMF in Francia e BaFIN in Germania.

Una volta che si sia verificato il possesso delle licenze ricordate, scremando in tal modo il campo, si può passare alla seconda caratteristica che dovrebbe distinguere i migliori broker di opzioni binarie: la formazione. Va infatti ricordato che il trading online è una attività finanziaria e che, come tutte quelle di questo tipo, è caratterizzato da un margine di rischio, il quale può essere però affrontato con una serie di strumenti tecnici che costituiscono il know-how cui può attingere il trader. Per poterli padroneggiare al meglio, occorre quindi dare vita ad un periodo adeguato di studio, i cui strumenti devono appunto essere messi a disposizione dalla piattaforma. I migliori broker sono quelli che dedicano grandi sforzi alla formazione dei propri utenti, ben sapendo che proprio da loro dipende il vero guadagno: più i trader guadagnano, più aumentano i margini di profitto della piattaforma. Per aiutarli, i broker costruiscono vere e proprie accademie, in cui un ruolo essenziale è rivestito da guide, seminari online, webinar e molto altro e che sono spesso affidate a aziende che si occupano di investimenti finanziari.

Un altro strumento che secondo gli addetti ai lavori permette di stabilire quali siano i migliori broker online, è il conto demo, ovvero l’offerta di una particolare modalità protetta sulla quale il trader alle prime armi può confrontarsi con i mercati senza investire realmente il proprio capitale. In pratica il conto demo riproduce le condizioni che caratterizzano le contrattazioni giornaliere, aiutando il trader a farsi una prima idea di cosa sarà chiamato a fronteggiare quando deciderà di scendere anche lui in campo. Uno strumento in effetti importante, che non può mancare nell’offerta dei migliori broker di opzioni binarie.

 

 

 

Piaciuta la classifica? Lascia un commento:

Finanza