Finanza

I prestiti ai pensionati come strumento di welfare familiare

I prestiti nel nostro paese sembrano in un buon momento, almeno stando ai dati diffusi da alcune società specializzate in statistica. Si tratta però di una situazione non generalizzata, dalla quale vengono ad essere esclusi in particolare alcuni comparti caratterizzati da problematiche particolari. Uno di questi settori è quello dei pensionati, i quali sono costretti a subire l’onda lunga creata dallo stato di crisi in cui versa l’INPS. Uno stato di crisi che rischia di riverberarsi peraltro sull’intera società italiana, se si pensa che con la crisi economica ancora in atto e la rivoluzione innescata dal Jobs Act, proprio la parte più anziana della popolazione si è ormai trasformata in un vero e proprio ammortizzatore sociale.

La disoccupazione giovanile in Italia continua a viaggiare a livelli molto sostenuti, ben oltre la media, pure alta, dell’Unione Europea. Secondo i dati rilasciati dall’Istat in luglio, il tasso di disoccupazione tra i giovani con età compresa tra 15 e 24 anni si è attestato al 39,2%, con una crescita di due punti percentuali nei confronti del dato già elevatissimo del mese precedente. Anche le altre fasce di età, però, non se la passano molto bene, in Italia, tanto che molte persone hanno ormai rinunciato a cercare un lavoro, sfiduciate dalla mancanza di opportunità reali in tal senso.

La possibilità di licenziare i lavoratori per motivi economici, introdotta dal Jobs Act, sta poi seminando incertezza nel mondo del lavoro. I consumi non ripartono e molte imprese, una volta terminata la possibilità di assumere approfittando dei contributi pubblici, licenziano. In questa situazione, molte famiglie trovano sollievo proprio grazie agli anziani e alle loro pensioni. In pratica, le pensioni stanno diventando un fondo a cui attingere nei momenti di scarsa liquidità.

In queste condizioni, quello del pensionato è diventato un profilo molto interessante per il sistema bancario. Il motivo di questo apprezzamento è abbastanza facile da intuire e risiede nella sicurezza offerta dal suo trattamento pensionistico. In pratica la banca che si vede rivolgere una richiesta in tal senso, non ha grandi difficoltà ad accordare finanziamenti a costi anche molto accessibili, spinta dal fatto che a garanzia del rientro delle cifre accordate ci sarà proprio la pensione.

Tra i prestiti per pensionati più gettonati in assoluto, va ricordato la cessione del quinto, uno strumento utilizzato anche dall’INPS, ma anche le altre forme di finanziamento vengono sfruttate dalla parte più anziana delle popolazione per propri fini particolari. A tal proposito va però ricordato che occorre fare estrema attenzione, in quanto prima di valutare la convenienza di una proposta rispetto ad un’altra, occorre vedere nel dettaglio anche i costi accessori, che possono spostare in maniera anche evidente il dato finale.

Uno strumento molto utile per capire a quale istituto bancario sia il caso di rivolgersi è indicato da molti addetti ai lavori nei cosiddetti comparatori, ovvero quei siti che propongono il confronto tra le varie proposte. L’importante è comunque non aderire alla prima proposta, ma continuare a cercare la soluzione più adatta alle proprie esigenze.

 

 

 

Piaciuta la classifica? Lascia un commento:

Finanza